Precedente
Successivo

La storia di un'idea
1927
2017

Nel 1927, per opera dell’intellettuale Armando Curcio, nasceva la prima idea della Armando Curcio Editore: una realtà imprenditoriale destinata a scrivere pagine gloriose della storia culturale italiana. Il fondatore riuscì a costituire nel tempo un catalogo ricco di preziosi volumi di narrativa, saggistica e arte, un immenso patrimonio contenutistico e iconografico che sarebbe stato ereditato dal figlio Alfredo e dalle future generazioni.
Oggi come allora, alla base della filosofia della Casa Editrice – da sempre al fianco di scuola e famiglia – c’è la convinzione che il sapere, la curiosità e la conoscenza mettano in moto un circolo virtuoso in grado di coinvolgere singoli e gruppi, persone e istituzioni: promuovere lettura e cultura significa investire 

“LA STORIA DELLA CASA EDITRICE CURCIO È LA STORIA DI UN’IDEA. C’ERA UNA VOLTA, IN UNA MODESTA PICCOLA STANZA, UN MODESTO PICCOLO UOMO. QUEST’UOMO EBBE UN’IDEA: CREARE PER IL POPOLO UNA SERIE DI OPERE DEDICATE ALLA DIVULGAZIONE DELLA CULTURA. [...] COSÌ, DA UNA PICCOLA IDEA È NATA UNA GRANDE ORGANIZZAZIONE AL SERVIZIO DELLA CULTURA”. (ARMANDO CURCIO)

per crescere in un comparto che ha la capacità di influire sulla realtà produttiva del Paese, quindi valorizzare il sapere significa generare ricchezza a tutti i livelli.
Il cuore pulsante della Armando Curcio Editore, dove peraltro la Casa Editrice è nata e da cui si è poi sviluppata sull’intero territorio italiano, è situato a Roma. Qui si trovano la Direzione editoriale e marketing, la Direzione finanziaria e la Direzione commerciale. Oggi, quindi, la Casa Editrice può vantare una struttura solida, dinamica e flessibile, in grado di soddisfare le mutevoli esigenze di un mercato in continua trasformazione.

Acquista le nostre Grandi Opere

1

€100,00