Aspettando il Salone del Libro di Torino

Mancano circa 3 mesi, ma i preparativi per il 29° Salone Internazionale del Libro di Torino sono in moto già da tempo: vediamo quali sono le principali novità di quest’anno!

 

 Salone del Libro 2016

 

Si svolgerà a Lingotto Fiere da giovedì 12 a lunedì 16 maggio 2016 e vedrà alle redini organizzative, per la prima volta, Giovanna Milella, presidente della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura. Il Salone quest’anno si aprirà con il concerto dell’Orchestra Sinfonica Nazionale Rai, accompagnata dal nuovo direttore principale, l’americano James Conlon. Il tema conduttore dell’evento si intitola sinteticamente Visioni. “Vuol dare ospitalità alle esperienze di chi ha la capacità di guardare lontano, di darsi e vincere sfide che sembravano impossibili, di lavorare nel futuro e per il futuro tra cultura scientifica e cultura umanistica”.

Una grande novità sarà quella dell’ingresso serale ridotto, rivolto specialmente ai giovani: una fascia smart con musica e proiezioni speciali e un nuovo biglietto ridotto a soli 5 euro a partire dalle ore 18. Un programma di incontri serali particolarmente attraente, anche con grandi momenti di spettacolo, in modo da animare il Salone per l’intera durata della giornata.

Per la 29° edizione la manifestazione sarà inoltre rappresentata da un'opera creata da un grande artista italiano, il pittore e scultore Mimmo Paladino. 

 

Salone del Libro Oprea

 

Interessante anche l’approfondimento che sarà dedicato alla cultura araba, un focus allargato e traversale su questa realtà culturale: "non una semplice vetrina, ma un’occasione di scambio, un comune discorso in progress da opporre alle semplificazioni e ai pregiudizi".

Il 2016 è anche un anno di ricorrenze, letterarie e non, che saranno dovutamente onorate: i 70 anni dalla fondazione della Repubblica italiana, i 500 anni dalla prima pubblicazione dell’Orlando furioso, la morte di Miguel de Cervantes e William Shakespeare, deceduti a distanza di un giorno nell’aprile 1616 (ricordati con cicli di letture, incontri e dibattiti), e ancora i cento anni dalla prematura scomparsa di Guido Gozzano, poeta indimenticato, e dalla nascita di Natalia Ginzburg, amata autrice del Novecento.

Il Primo Padiglione Lingotto ospiterà la terza edizione di Officina. Editoria di Progetto, il programma curato da Giuseppe Culicchia, dedicato agli editori indipendenti. Seguendo le Visioni Indipendenti del tema portante del Salone, si ragionerà sul presente e sul futuro dell'editoria. Tornano in programma gli appuntamenti che raccontano i mestieri del libro, la storia delle case editrici, i titoli che è giusto recuperare dall’oblio, oltre agli appuntamenti con i librai indipendenti e con i bibliotecari.

Fra i progetti educativi del Salone per i giovani lettori spicca il Bookstock Village, ospitato nel Quinto Padiglione. Agli appuntamenti dell’Arena Bookstock si affiancano anche quest’anno i laboratori che coinvolgono scrittura, arte e disegno, gioco, lettura ad alta voce, esperienze d’interazione con il mondo digitale, multimedialità e scienza. Non mancherà lo spazio dedicato alla lettura accessibile per i diversamente abili, con i libri inclusivi, tattili, in lingua dei segni, aumentativi, audiolibri.

Non ci resta dunque che aspettare il 12 maggio per l’appuntamento più atteso dell’editoria italiana!