• Home
  • News
  • Blog
  • L'editoria per ragazzi cresce ancora, e si ritrova a Bologna nella Children Book Fair 2015

L'editoria per ragazzi cresce ancora, e si ritrova a Bologna nella Children Book Fair 2015

Non più solo una fiera per addetti ai lavori – la più importante del mondo per la letteratura dell'infanzia – ma un evento che si apre alla città e cerca di coinvolgere da protagonisti i bambini e le loro famiglie. Si trasforma così la Bologna Children's Book Fair (fino al 2/4), dedicata agli operatori del settore, che è stata preceduta da un Weekend dei giovani lettori che, sempre nei padiglioni del Fiera District bolognese, ha proposto incontri e iniziative aperti a tutti.

Molte le belle novità di questa edizione. In primis, l'annuncio che i dati di mercato sono positivi, in nonostante la crisi. Il 2014 si è chiuso con un più 5,7 per cento rispetto al 2013 nel settore ragazzi, secondo i dati Nielsen per AIE (Associazione Italiana Editori), per un valore di 168,2 euro. In particolare, sono cresciute le vendite della fascia 6-9 anni e quella dei 10-13. E hanno un segno più altri indicatori: numero di case editrici, numero di titoli, numero degli ebook prodotti (che raddoppiano).

Continuano in questi giorni gli incontri di Facce da Libri, nelle biblioteche bolognesi, tra autori e illustratori e ragazzi delle scuole primarie e secondarie. Tra i nomi invitati: Andrea Vitali, Guido Sgardoli, Beatrice Masini, Antonio Ferrara, Ermanno Detti e Roberto Piumini.

E poi, i premi: la novità è l'annuncio della nascita del premio Strega Ragazzi, fatto in fiera da Stefano Petrocchi, direttore della Fondazione Bellonci, che ha spiegato come verranno selezionate due cinquine, una di libri per bambini dai sei agli undici anni, l'altra per ragazzi dai dodici ai sedici anni. Agli studenti di scuole elementari e medie spetterà poi il compito di decretare i vincitori della prima edizione. E' ancora da decidere se sarà un premio solo per autori italiani o anche stranieri, se potranno partecipare anche i fumetti e come sarà formata la commissione che sceglierà le cinquine. "Tutto è nato un mese fa. Dobbiamo ancora formare una commissione di esperti. C'è la possibilità che alcuni libri selezionati siano illustrati. Io – ha spiegato Petrocchi - sarei orientato a includere anche la narrativa straniera e vorremmo dare, anche in questo caso, un premio in denaro ai ragazzi. Al vincitore del Premio Strega vanno 5 mila euro, a quello del Premio Giovani 3 mila euro. In questo caso dobbiamo stabilire la cifra".

Da non dimenticare poi gli altri riconoscimenti 'storici' legati alla fiera. Il Bologna Ragazzi Award, che quest'anno compie cinquant'anni, e il premio Andersen che annuncia in fiera i finalisti dell'edizione 2015 (il vincitore sarà premiato a Genova, presso il museo Luzzati, il 23 maggio.

 

 

Fonte: http://espresso.repubblica.it/